Le Ustioni

LE USTIONI

Si dicono ustioni lesioni dei tessuti provocate da una qualsiasi fonte di calore.
Poiché gli agenti ustionanti agiscono nell'organismo dall'esterno prevalentemente, i tessuti a diretto contatto con l'ambiente, cioè la cute e talvolta la mucosa dell'apparato respiratorio, sono danneggiati principalmente.
Il danno tessutale è proporzionato al tipo, alla durata e all'intensità d'azione dell'agente ustionante, non dimenticando mai che gli effetti sistemici delle ustioni estese costituiscono generalmente una maggiore minaccia per la vita che non gli effetti locali.
Le ustioni sono una patologia estremamente frequente e la loro estensione può essere valutata con buona approssimazione applicando la regola del 9:

Testa e collo = 9%
Ogni arto superiore = 9%
Tronco anteriore =2x9%
Tronco posteriore = 2x9%
Ogni arto inferiore = 2x9%

La regola del 9

Se la superficie corporea ustionata supera il 30-40%, ci sono buone ragioni perché si possa verificare la malattia dell'ustionato pericolosa per la vita. Questa malattia è legata alla intensa essudazione di plasma nell'area dell'ustione con emoconcentrazione e morte dell'ustionato per shock ipovolemico.